IMG_1389-web

Il design e l’evoluzione delle specie

L’esperienza ci conferma che il design, come le creature esistenti in Natura, è soggetto a un processo di trasformismo darwiniano, una sorta di percorso evolutivo che spesso però non conduce ai risultati sperati.
Ci spieghiamo meglio.
Gli organismi viventi talvolta subiscono delle mutazioni, a volte impercettibili, a volte più evidenti, che ne alterano le caratteristiche, dando così vita a delle “sottospecie” differenti dalla specie originaria ma non abbastanza da essere considerate una nuova specie a se stante.
Suonerà strano, ma la stessa cosa è accaduta di recente con il marchio Zenith, da noi realizzato per il Centro della Montagna in Valmalenco di Caspoggio (SO).
Il logo, frutto di una mirata strategia comunicativa, è stato più volte modificato per “riadattarlo” (così sembra) a contesti d’uso differenti. Sono nati così dei “sottologhi”, che non possiedono la stessa forza e lo stesso impatto del logo originario.
E noi cosa possiamo fare? Purtroppo nulla, se non prendere le distanze da iniziative che non sono state con noi opportunamente condivise.